You are here : Notizie
luglio 17, 2018
Notizie
PROGETTO NEUROSCIENZE

lunedì 16 aprile 2018

PROGETTO NEUROSCIENZE

vari incontri

Data evento: 08/04/2018 9.30 - 12.30 Esporta evento

 

Obiettivi:

Si propone un percorso di aggiornamento al grafologo, agli studenti di grafologia, agli educatori del gesto grafico e a tutte le figure professionali che si interessano alla grafologia considerandola complemento interessante di conoscenza dell’uomo.
Dagli studi morettiani molto tempo è trascorso e, pur essendo restati a tutt’oggi valide le dimostrazioni neurofisiologiche fondanti la grafologia, gli studi che approdano nell’ormai vasto campo delle neuroscienze, tutti interessati alla conoscenza del funzionamento del corpo che include un cervello, del cervello che crea una mente, e al contempo ne è creato, hanno confermato scientificamente la rispondenza tra comportamento motorio e individuazione strutturale/funzionale/di adattamento dell’individuo umano. Questa individuazione è ciò che s’intende per biodiversità, ossia l’intreccio costante tra manifestazione dell’innato (DNA) e ciò che l’epigenesi genera nel variare tale manifestazione e come quantità di geni interessati e come qualità della loro espressione fenotipica.

Il percorso si snoda in quattro incontri che in successione scandiscono una lettura dell’atto grafico dalla programmazione delle aree corticali consapevoli a quelle sottocorticali dell’inconscio, valutando una delle ultime scoperte delle neuroscienze, secondo cui anche le aree corticali sono in realtà sede di processamenti inconsci. La grafologia punta su questa scoperta per avvalorare le proprie argomentazioni in favore della sensibile partecipazione inconscia al gesto grafico, gesto che, come già asserito da Pophal, ha una componente conscia molto limitata e relativa, quasi solamente, alla decisione di scrivere.

  • PRESENTAZIONE PROGETTO  :                 8 APRILE 2018                  (3 ore)

Programma:

 

8 APRILE (presso Agi Piemonte, Via Vicoforte 6, 10139 Torino)- GIORNATA GRATUITA-

Mattino:

ore 09:30 -  12:30 presentazione progetto seminariale.

6 MAGGIO

Mattino:

ore 08:30 - 09.00 registrazione dei partecipanti e saluto presidente.

ore 09.00 - 11.00 inizio seminario

ore 11.00 - 11.15 pausa

ore 11.15 - 13.15 ripresa seminario 

Pomeriggio

ore 14:30 -  16:30 intervento docente con casi concreti

ore  16:30 - 16.45 pausa

ore 16:45 -  17.45 interventi docente

24 GIUGNO, 1 LUGLIO e 15 LUGLIO

Mattino:

ore 08:30 - 09.00 registrazione dei partecipanti e saluto presidente.

ore 09.00 - 11.00 inizio seminario

ore 11.00 - 11.15 pausa

ore 11.15 - 13.15 ripresa seminario 

Pomeriggio

ore 14:30 -  16:30 intervento docente con casi concreti

ore 16:30 -  16.45 pausa

ore 16:45 -  18.45 intervento docente

Metodologia didattica :

·         Lezione frontale

·         Osservazione ed esercitazione su scritture

Destinatari:

ü Grafologi professionisti

ü Studenti di grafologia/diplomati/diplomandi

ü Cultori della materia

Crediti:

Riconosciuti 15 crediti formativi AGI.

Docente:

Antonella Roggero

  • I° incontro                                                           6 maggio 2018                     (7 ore)          

Oggetto:

“Cervello alto e cervello basso: chi scrive?
la grafologia, validità delle vecchie teorie e innovazioni”

La grafologia interpreta il comportamento dello scrivente in riferimento a processamenti cerebrali che implicano l’attività di un cervello ancestrale parallelamente a quella di un cervello a sviluppo più recente o corticale. L’integrazione di queste due inferenze genera l’atto motorio/comportamentale che la motricità generale e quella specifica, quale espressa nella scrittura manuale, sottendono. Valutare se tali apporti cerebrali sono in equilibrio dinamico tra di loro o se istinti, passioni, primarietà o al contrario metodo, pianificazione, controllo sviluppano maggiormente la loro influenza serve al grafologo per comprendere la lettura della realtà dello scrivente. Ne deriva l’utilizzo di una grafologia veramente calata nella realtà mentale del cliente il quale conseguirà, attraverso un linguaggio grafologico appropriato, una migliore comprensione di sé.

Si studiano le categorie segniche che individuano tali componenti, a confronto con i recenti studi delle neuroscienze, per approdare a un’analisi grafologica mirata e aggiornata.

  • II° incontro                                                       24 giugno 208                      ( 8 ore)           

Oggetto:

      

“Sei emotivo o stressato?
La grafologia e le neuroscienze a confronto”

E’ vero che un evento stressogeno può maturare un individuo oppure può alterarne le capacità di affrontare la realtà? La capacità di un individuo di rispondere agli eventi della vita è da sempre studio per approdare a una conoscenza più approfondita dello stress. Lo stress come risposta dell’uomo emotivamente controllato e quindi capace di attuare cambiamenti in sé, adattandosi, e di apportarne alla realtà esterna determinando la propria peculiarità, lo stress che supera questa capacità bloccando l’uomo o spingendolo ad atti incongrui e socialmente disfunzionali. La grafologia può appurare la presenza di segni che indicano le due condizioni e quindi può essere utilizzata in diversi contesti in collaborazione con altre figure professionali che s’interessano di tale tematica.Si osservano le categorie segniche che maggiormente possono rivelare un indizio a favore della lettura della componente stressogena.

·         III° incontro                                          1 luglio 2018                      (8 ore)

Oggetto:

Singolarità dei cervelli e delle scritture.
Un cervello, una scrittura, saper comprendere perché”

Perché la scrittura manuale è un marker di unicità dell’uomo, della sua individuazione come lo sono l’impronta digitale e l’impronta delle arcate dentarie? E perché la scrittura manuale muta nel tempo delle varie fasi evolutive e in occasioni di esperienze emotivamente significative? La risposta, secondo le neuroscienze, è la sinapsi, quella piccola, stretta fessura in cui si compie il passaggio dell’informazione, cioè la sede più importante della comunicazione tra le diverse aree del cervello. E’ lì che i neuromodulatori marcano letteralmente l’informazione rendendola ineludibile per il cervello che decide l’azione o non così importante e quindi scartabile. Ma tutto ciò che viene scartato viene anche cancellato dal cervello?

L’importanza della biologia di peptidi e neurotrasmettitori nella strutturazione della scrittura manuale per consentire al grafologo un’esperienza innovativa sul mondo organico che sostiene il Sé inconscio della scrittura manuale. Si osservano le categorie segniche in riferimento.

  • IV incontro                                               15 luglio 2018                       (8 ore)

Oggetto:

“Le mani e la scrittura:
una lettura scientifica dell’atto scrittorio”

L’ultimo effettore della scrittura manuale è la mano, la sua costituzione muscolare come disposizione a contrarsi e rilasciarsi nelle fasi di strutturazione delle lettere, di mantenimento del rigo, di occupazione del foglio con il distacco delle dita da questo nel definire gli spazi scritti e gli spazi bianchi. Come il cervello superiore comanda questa motricità e come rispondono i muscoli delle braccia e delle dita delle mani a questi comandi è quindi argomento di questo incontro.

Si conclude il percorso con uno studio dell’espressione della manualità nella scrittura, studiando l’apporto muscolare nella prono-supinazione del gesto grafico e il relativo significato in termini motivazionali di quest’alternanza ritmica o aritmica.

 

ISCRIZIONI AL CORSO

e informazioni:

telefono: 392 2375767 (Tatiana Zucco)

338 9661811 (Patrizia Lanzetti)

345 8008517 (Giuliana Giacovelli)

392 3822090 (Manlio Bolzani)

3336010593 (Eugenia Paffile)

e-mail: agipiemonte@yahoo.com

INVESTIMENTO RICHIESTO:

·         € 50 per tutti i soci in regola con il rinnovo della quota 2018 per ogni singolo incontro

·         € 180 per tutti i soci in regola con il rinnovo della quota 2018 che partecipino a tutti gli eventi

Per questioni organizzative le domande d'iscrizione vanno indirizzate utilizzando la sottostante scheda, entro il 4 aprile 2018, per la prima giornata informativa ed entro il 27 aprile per le successive giornate.

all’ASSOCIAZIONE GRAFOLOGICA ITALIANA – SEZIONE PIEMONTE

e-mail: agipiemonte@yahoo.com  

 unitamente all’attestazione di versamento da effettuarsi con bonifico

sul C.C. Banca Prossima

A.G.I. Associazione Grafologica Italiana- Sezione Piemonte

IBAN: IT30N0335901600100000149651

Documenti allegati